Preloader image

1978. IL TRENO DI JOHN CAGE

216

More Music More Beats

|
Price

Data

A cura di Oderso Rubini e Massimo Simonini

2008

Notes

INFO

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna 31 maggio – 20 luglio 2008


La mostra 1978. Il treno di John Cage documenta l’evento che nel giugno di trent’anni fa segno' profondamente la cultura musicale contemporanea trasformando le carrozze di un treno in un’installazione sonora itinerante.

Fotografie, materiali video, installazioni e documenti inediti riportano al presente le “tre escursioni per treno preparato” che tra il 26 e il 28 giugno 1978, su progetto dell’artista John Cage e nell'ambito delle Feste Musicali del Teatro Comunale di Bologna, coinvolsero un pubblico numeroso sia a bordo del treno che nelle stazioni di fermata delle linee Bologna-Porretta, Bologna-Ravenna e Ravenna-Rimini.

L’happening progettato con la collaborazione, tra gli altri, del Maestro Tito Gotti si basava sulla registrazione e l'interazione di suoni ambientali, prodotti dalle persone presenti, dai musicisti e dal treno, che dialogavano e si sovrapponevano rendendo tangibile il concetto di “Paesaggio Sonoro”. Cage volle microfoni che riprendessero stridii, cigolii e il continuo assestamento dei ferri delle vecchie carrozze e porto' queste sonorita' all’interno del treno nel quale, imperturbabilmente, fluiva la musica elettronica registrata su cassette dai suoi collaboratori Juan Hidalgo e Walter Marchetti. Un sistema televisivo a circuito chiuso installato a bordo e' indice di come la televisione gia' allora fosse capace di alimentare l’innato bisogno di protagonismo degli esseri umani, svelando la sua pervasiva potenza comunicativa.

L’esposizione del materiale negli spazi del MAMbo vuole documentare lo straordinario progetto di Cage e soprattutto ricreare l’atmosfera allegra e festante del viaggio visibile nei volti sorridenti e stupiti dei presenti e nei loro corpi che si muovono sull’onda dei suoni emessi da un treno trasformato in strumento musicale.

Cage appare in molti scatti, serafico e imperturbabile, spesso avvolto dalla folla, dai gruppi folk locali o dalle bande di paese nelle fermate allstazioni‚Ķ..

GALLERY