Preloader image

Artistic Productions

421

Gaznevada

Sick Soundtrack

Italian Records | EXIT 905 | 1980
LP

More Music Less War

|

Credits

One of the most famous and well-produced (due to the work of Oderso, also factotum of another strange italian combo, the 'Confusional Quartet') records of the whole italian-wave bunch, 'Sick Soundtracks' waves from the ultranervous mood of songs like 'Going Underground', 'Shock Antistatico' or 'Now I Want To Kill You' -that sometimes could remember the Contortions' ultrafunkpunk with a bit more minimal attitude- to the synthetic electrofunk of 'Japanese Girl' and 'Oil Tubes', that foreshadows the more dance-oriented music of the later recordings. On stage Gaznevada were considerably more noisy, loud and frenetic than the studio songs, showing a clear similarity with the no-wave approach.

ROCKSTAR, giugno 1980 (Red Ronnie)

Bel colpo. Centro perfetto. Sembra impossibile, ma questo disco è stato pensato e partorito in Italia. Esame dettagliato delle nove (più una) perle: Going Underground fa riferimento e cerca di riprodurre le atmosfere tipiche dei Serial polizieschi americani. Japanese Girls ha sonorita’ stupende ed arrangiamenti calibratissimi. L'ispirazione e’ venuta a Billy nella metropolitana di Londra davanti a due ragazze giapponesi. Racconta di una stanza per massaggi a Bankok e le parole del testo a volte sono spezzate assumendo un doppio significato. Shock Antistatico, veloce e ritmato. L'uso della voce e’ particolare, come in quasi tutto il disco. Pordenone Ufo Attack, brano psichedelico improvvisato in studio. Il finale elettronico riproduce un attacco Ufo. Rende benissimo l'idea senza cadere nell'effettistico. Nel testo ci sono chiari riferimenti ai Gruppi di Pordenone, ai quali Andrew ha voluto dedicare il brano. Tij-U-Van vede l'inserimento dell'organo e della ritmica. Anche il testo lo e’. Un finale tra la Badge dei Cream ed i Police. Nightmare Telegraph, brano d'atmosfera molto paranoico, usa la batteria elettronica e racconta di un incubo, a meta’ strada tra i topi ed i Marvel Comics. E’ seguito da quello che forse e’ il momento piu’ facile dell'album: Walky­talkin'. Le parole del testo sono tutte tagliate, mescolate e rimesse assieme. Il cantato viene usato in maniera molto ritmica. Gli arrangiamenti di sax e organo sono parecchio divertenti. Bello il finale col coro. Piacera’ tantissimo. Oil Tubes e’ un pezzo sulla crisi energetica. E’ uno dei meglio riusciti come mixaggio ed esecuzione. Si svolge molto liquido e sciolto su di una base «disco». C'e’ una chitarra funky ed un coretto con Fawzia, la ragazza nera, che sottolinea l'improvviso cambiamento del brano cantando: «Mambo mambo ... ». Now I Want to Kill you chiude il disco. Cavallo di battaglia del gruppo dal vivo, e’ stato registrato allo Small di Pieve di Cento. Assieme a Shock Antistatico e’ l'unico con qualche strofa in italiano. Racconta di un dialogo tra un soldato americano ed il suo sergente impazzito. Anche qui le intenzioni sono di riprodurre uno spezzone di telefilm. L'atmosfera e’ molto greve e la chitarra tutta distorta. In omaggio, nelle prime mille copie del disco, c'e’ I See My Baby Standing on a Plane, un rockabilly sullo stile Cramps di Billy Biade & The Electric Razors. Oltre alla varietà dei brani spicca in questo album una ricerca vocale che porta il cantato ad essere usato il piu’ delle volte in maniera onomatopeica. E anche una ulteriore conferma del!' ottimo stato di salute di Oderso, vero Martin Hannett italiano, nelle vesti di produttore. Punto a capo. E’ sperabile che questo capolavoro goda di una distribuzione per lo meno decente. Sarebbe infatti molto triste se risultasse praticamente introvabile come quello dei Confusional Quartet.

Engineered At – Fonoprint

Mixed At – Fonoprint

Recorded At – UMBI Studios

Artwork – Anna Persiani, Giampiero Huber*, Giorgio Lavagna

Artwork [Cover Concept] – Sandro Raffini*

Artwork By [Cover Concept], Photography [Polaroid] – Gaznevada Diffusion*

Backing Vocals – Gaznevada Chorus*

Bass – Chainsaw Sally, E. Robert Squibb* (tracks: 3)

Drums – Bat Matic

Electronics – Oderso* (tracks: 6)

Guitar – E. Robert Squibb*

Liner Notes – Federico Guglielmi

Mixed By, Engineer – Gigi Giorgetti

Other [Cover Girl] – Laura (36)

Other [Management] – Rock Stage, Santoli

Photography – Coppitz

Photography By – Carlo Coppitz, Ciro Pagano, Enrico Calderoni, Red Ronnie, Roberto Masotti, Roberto Serra

Piano [Prepared Piano] – Tiziano Popoli (tracks: 4)

Producer, Artwork, Mixed By – Oderso*

Tenor Saxophone, Baritone Saxophone, Organ [Farfisa Organ], Vocals – Billy Blade

Vocals [Fine "femme" Voice] – Fawzia (tracks: 8)

Vocals, Electronics – Andrew Nevada*

Written-By – S. Raffini* (tracks: 1 to 12, 14 to 18), C. Pagano* (tracks: 1 to 12, 14 to 18), Gaznevada (tracks: 19), G. Lavagna* (tracks: 1 to 10, 12 to 18), J. Morrison* (tracks: 18), M. Bongiovanni* (tracks: 4, 6, 8, 9, 11, 14, 16, 18), M. Dondini* (tracks: 6, 12, 14, 17)

    Tracks List

    A1 Going Underground A2 Japanese Girl A3 Shock Antistatico A4 Pordenone UFO Attack B1 Tij-U-Wan B2 Oil Tubes B3 Nightmare Telegraph B4 Walkytalkin' B5 Now I Want To Kill You

    Notes

    IMMAGINI

    50
    14
    5
    2
    3
    3
    20